+39 06 64015050 info@aleastrategy.it

Il Tolfa ha terminato il suo campionato vincendo contro il Tarquinia nella trentesima e ultima giornata del Girone A. Il club arrivato fino alle semifinali di Coppa Italia traccia il bilancio sulla sua stagione. 

La stagione del Tolfa

Il Tolfa ha corso su due fronti per tutta la stagione. Per quanto riguarda la Coppa Italia la formazione bianco-rossa ha chiuso il suo cammino in semifinale cedendo solo ai calci di rigore in casa allo Scoponi contro la Lodigiani. Una sfida intesa con una grande cornice di pubblico a sostenere la  squadra di casa. In campionato, il Tolfa ha finito al quinto posto. Dopo aver lottato per le posizione di primo piano, la formazione causa infortuni e doppio impegno ha perso terreno chiudendo comunque con un buon quinto posto alle spalle dei Fantastici 4 del Girone A. 

Il bilancio della società 

Sui social, il Tolfa ha tracciato un primo bilancio della sua stagione in cui c’è soddisfazione per essere la prima delle squadre umane del Girone A e per aver bissato il risultato di Coppa della stagione precedente. Ecco il messaggio del club: “Con la vittoria conseguita contro la compagine del Tarquinia é terminata un’altra stagione calcistica. Ci sarà tempo nei prossimi giorni per fare una valutazione complessiva sull’andamento della nostra squadra, senza farsi condizionare dalle impressioni a caldo che potrebbero far convergere verso un quadro diverso dalla effettiva realtà. Comunque, dando un veloce sguardo ai risultati ottenuti, emergono alcune evidenze. Per il secondo anno consecutivo siamo riusciti a raggiungere le semifinali di Coppa Italia di Promozione. Certo, la delusione per l’eliminazione ai calci di rigore davanti a più di 500 tifosi contro una squadra che probabilmente non aveva la caratura tecnica della nostra é stata tanta, ma il fatto di essere stati protagonisti fino alle fasi finali deve essere motivo d’orgoglio. Riguardo al campionato é necessario fare una analisi più approfondita. Dopo il secondo posto raggiunto nella precedente stagione eravamo convinti di poter recitare un ruolo di primo piano fino al termine. In estate si era cambiato qualche elemento della rosa ed i nuovi arrivat, nei propri ruoli, erano tutte prime scelte. Purtroppo, i continui infortuni di pedine importanti del nostro scacchiere, la presenza di team fortissimi della capitale, dovendo oltretutto competere su 2 fronti (campionato e coppa), giocando sia il mercoledì che la domenica, ci hanno condizionato fortemente nel nostro percorso, facendoci alla lunga pagare dazio per i tanti incontri disputati. Terminiamo quinti in classifica, e a chiare note potremmo dire primi degli “umani” visto che le quattro squadre che ci hanno preceduto sono tutti sodalizi della capitale che hanno notoriamente una più ampia scelta nella selezione del parco giocatori. Un girone competitivo al massimo (sicuramente con 5-6 squadre fra le più forti degli ultimi 10 anni), ritenuto dagli esperti del settore come il terzo di Eccellenza, ha dato adito a più di un sospetto che la Federazione non abbia effettuato scelte ben ponderate al momento della suddivisione delle partecipanti. Allo stato dei fatti dobbiamo ritenerci comunque soddisfatti, considerato che i nostri giovani della Juniores sono riusciti a mantenere il titolo nel campionato regionale, potendo così puntare su diversi “millenials nostrani” che nella prossima stagione saranno parte integrante della rosa,e l’impianto Felice Scoponi é stato il palcoscenico di bellissime partite contro avversari di caratura davanti a tanti appassionati che hanno sempre sostenuto i nostri ragazzi”.

Generated by Feedzy